Tigullio 2004

Sospetto di sindrome coronarica acuta: triage pre-ospedaliero ed in pronto soccorso.
G. Baldi

Indicatori prognostici e stratificazione di rischio della sindrome coronaria acuta senza sopralivellamento di ST.
T. Lenzi

Approccio invasivo e conservativo nel trattamento della sindrome coronaria acuta senza sopraslivellamento di ST a rischio elevato o intermedio: cosa ci ha insegnato la letteratura.
P. Pantaleo

La gestione della sindrome coronaria acuta senza sopraslivellamento di ST a basso rischio.
D. Bertoli

L’edema polmonare acuto dal territorio al Pronto Soccorso: come gestirlo? quali protocolli terapeutici?
N. Binetti

Lo scompenso cardiaco nel paziente con comorbidità: non si può fare tutto quello che sivorrebbe. Come ottimizzare la terapia?
R. Nardi

Come differenziare l’embolia polmonare dallo scompenso cardiaco acuto?
A. Ghirarduzzi

La riabilitazione cardiologia nell’anziano e la gestione del paziente dimesso: come realizzare larete assistenziale integrata fra reparto e domicilio.
N. Marchionni

Effetti del training fisico sulla capacità funzionale e i livelli di BNP in pazienti con scompensocardiaco.
G. Gigli, S. Oralndi, A. Vallebona

Se è vero che il “tempo è muscolo”, quale è la migliore strategia terapeutica?
C. Indolfi

Terapia fibrinolitica o angioplastica primaria: una non esclude l’altra.
F. Chiarella

Terapia combinata ed angioplastica facilitata per le strutture senza interventistica in sede.
A. Manari

Il trattamento delle complicanze dell’infarto miocardio dopo la fase acuta.
F. Mauri

Angioplastica primaria: l’esperienza D.I.CA.TI.
F. Bianchi, E. Puggioni, E. De Marchi, P. Pantaleo, S. Benedetto

Gli inibitori orali della trombina nella fibrillazione atriale e nella cardiopatia ischemica: vi saràancora spazio per il Warfarin?
S. Scardi

La gestione dei pazienti con scompenso cardiaco refrattario.
A. Gavazzi

Aggiornamenti sulla terapia farmacologica dello scompenso cardiaco.
A. Di Lenarda

Statina ed antipertensivo ad ogni persona di età > 45 anni?
A. Lagi

Risultati clinici della ablazione dell’istmo cavo-tricuspide nei pazienti con fibrillazione atrialericorrente e flutter atriale indotto dai farmaci.
N. Bottoni, C.Tomasi, P. Donateo, F. Quartieri, P. Zanoni, D. Oddone, G. Lolli, C. Menozzi, M.
Brignole

Confronto fra strategia conservativa e strategia invasiva nella sindrome coronaria acuta senzasopraslivellamento di ST: l’esperienza del DICATI.
C. Marsano, G. Lupi, F. Bianchi, E. De Marchi, E. Puggioni, S.Benedetto, P. Pantaleo

La terapia di resincronizzazione ventricolare nei pazienti con fibrillazione atriale permanente: lo studio internazionale multicentrico OPSITE.
E. Puggioni

La terapia della sincope neuromediata guidata dal Loop Recorder Impiantabile. Lo studiointernazionale multicentrico ISSUE 2.
P. Donateo

La defibrillazione precoce sul territorio ed in ospedale.
M. Santomauro

Il primo approccio di fronte al paziente con aritmia acuta: cosa fare e cosa non fare.
P. Delise

Indicazioni allargate all’impianto di ICD nei pazienti con cardiopatia ischemica, con e senzatachicardie ventricolari sostenute?
Pro: G. Vergara,
Contro: P. Alboni

ICD a tutti i pazienti candidati alla terapia di resincronizzazione per scompenso cardiacorefrattario?
Pro: F. Gaita,
Contro: M. Lunati

Terapia di controllo del ritmo o di controllo della frequenza della fibrillazione atriale: indicazioni pratiche.
G.L. Botto

Fibrillazione atriale ed ablazione transcatetere: quando è indicato “ablate and pace” e quando disconessione?
A. Proclamer

Fibrillazione atriale e scompenso cardiaco: metodica ed indicazioni attuali alla terapia di resincronizzazione ventricolare.
M.G. Bongiorni

Il flutter atriale.
M. Disertori

Approccio del paziente affetto da sincope: la valutazione iniziale ed il percorso diagnostico.
I. Casagranda

Sincopi e cadute nell’anziano: peculiarità e differenze rispetto alla sincope nei giovani.
A. Ungar

La sincope e le patologie associate.
N. Mathieu

Update 2004 delle Linee guida della Società Europea di Cardiologia sulla diagnosi e trattamento della sincope.
M. Brignole

Le manovre fisiche: terapia di prima scelta della sincope vasovagale.
F. Croci

Il Loop recorder impiantabile: nuove indicazioni.
C. Menozzi

Sincope inspiegata e rischio di morte improvvisa: quando è giustificato l’impianto di un ICD?
A.Raviele

La Sincope Unit: un nuovo modello organizzativo anche per il tuo ospedale?
F. Ammirati

Edizioni Precedenti

Direttore del Corso
Michele Brignole,
MD FESC

S.C. di Terapia Intensivae Centro Aritmologico
Ospedali del Tigullio
Via Don Bobbio, 25
16033 Lavagna (GE)
Fax 0185.306505
mbrignole@asl4.liguria.it

Centro Prevenzione Malattie Cardiopolmonari
“Nuccia e Vittore Corbella”
Via Milite Ignoto, 41/2
16035 Rapallo (GE)
Tel./Fax 0185 67606
info@tigulliocardio.com