Cliccando sul titolo delle relazione è possibile scaricare la presentazione

Giovedì 5/4/2018

09:00 - 9:20
Introduzione al Corso

M. Brignole, I. Casagranda, C. Marsano, A. Ungar

09:20 - 11:00 Sessione plenaria 1
Sindrome coronarica acuta

Coordinatore: I. Casagranda, Alessandria

• Stato dell’arte: Organizzazione ospedale-territorio della SCA-NSTEMI: risultati e criticità
I. Casagranda, Alessandria

• Lettura 1: Pregi e limiti dei nuovi biomarcatori
G. Cervellin, Parma

• Lettura 2: Terapia d’urgenza
E. Puggioni, Lavagna

• Casistica: La rete SCA della ASL 4 - R. Sanna
P. Truglio, Lavagna

Discussione interattiva - F. Chiarella, Genova

11:20 - 13:00
Sessione plenaria 2
Le linee guida Sincope 2018 della Società Europea di Cardiologia

Coordinatore: M. Brignole, Lavagna

• Stato dell’arte: Le principali novità
M. Brignole, Lavagna

• Lettura 1: I meccanismi delle sincopi
R. Furlan, Milano

• Lettura 2: La Syncope Unit multidisciplinare
A. Ungar, Firenze

• Caso clinico: Paziente con sincope inspiegata in Pronto Soccorso
F. Numeroso, Parma

Discussione interattiva - A. Raviele, Mestre

14:00 - 15:40
Sessione plenaria 3
Scompenso cardiaco

Coordinatore: S. Baldasseroni, Firenze

• Stato dell’arte: La moderna terapia dello scompenso
S. Baldasseroni, Firenze

• Lettura 1: I supporti di assistenza ventilatoria (CPAP e NIV)
A. Bellone, Milano

• Lettura 2: I supporti di assistenza meccanica “il cuore artifi ciale”
F. Santini, Genova

• Caso clinico: Un caso di diffi cile diagnosi differenziale fra scompenso cardiaco insuffi cienza respiratoria
S. Baldasseroni, Firenze

Discussione interattiva - S. Domenicucci, Genova

16:00 - 17:40
Sessione plenaria 4
Ipertensione ed ipotensione

Coordinatore: A. Ungar, Firenze

• Stato dell’arte: Ipertensione ed ipotensione nell’anziano
A. Ungar, Firenze

• Lettura 1: La disautonomia cardiovascolare
M. Rafanelli, Firenze

• Lettura 2: Dalla monoterapia alla polipillola
F. Orlandini, Chiavari

• Caso clinico: Un caso di diffi cile di ipertensione clinostatica
L. Ghiadoni, Pisa

Discussione interattiva - F. Orlandini, Chiavari

17:40 - 18:40
RAPID FIRE - SINCOPE

Moderatori: C. Menozzi, R. Emilia - M. Tomaino, Bolzano

SINCOPE ASSOCIATA AD ELETTROCARDIOGRAMMA CON ASPETTO DI BRUGADA TIPO 1: NON SINDROME MA “BRUGADA PHENOCOPY”. DAL CASO CLINICO ALLA REVISIONE DELLA LETTERATURA - ABSTRACT
A. Coppolino, L. Valeri, G. Bricco, G. Amoroso, D. Pancaldo, L. Correndo, M. De Benedictis, A. Magliarditi, S. Dogliani, E. Cavallero, C. Iacovino, A. Battisti, E. Popolizio, F. Piazza, A. Bassignana, B. Doronzo

GESTIONE OSPEDALIERA DI UN CASO COMPLESSO DI CARDIOLOGIA GERIATRICA. ESPERIENZE DI REAL-LIFE - ABSTRACT
A. Lo Forte, A.Pratesi, A. Baroncini, C.Ghiara, E.Carrassi, A.Herbst, A. Ungar, M. Di Bari, F. Orso, S. Baldasseroni

SHOULD “CONFOUNDERS” AFFECTING HOSPITAL ADMISSION AND DISCHARGE BE CONSIDERED WHEN EVALUATING THE ROLE OF HOSPITALIZATION IN SYNCOPE PROGNOSIS? - ABSTRACT
F. Barbic, L. Canziani, D. Shiffer, M. Minonzio, R. Menè, A.G. Bottaccioli1 F. Dipaola, M. Solbiati, L. Furlan, V. Bozzano, A. Galli, C. Conca, G. Costantino, R.S. Sheldon, R. Furlan

IS HOSPITAL ADMISSION USEFUL FOR SYNCOPE PATIENTS? PRELIMINARY RESULTS OF A MULTICENTER COHORT. - ABSTRACT
F. Dipaola, E. Pivetta, G. Costantino, G. Casazza, M.J. Reed, B. Sun, M. Solbiati, F. Barbic, D. Shiffer, R. Sheldon, R. Furlan

IMPATTO PROGNOSTICO DELLE CADUTE NON SINCOPALI INSPIEGATE NEI PAZIENTI ANZIANI CON DEMENZA: RISULTATI PRELIMINARI DEL FOLLOW-UP DELLO STUDIO “SYNCOPE AND DEMENTIA” - ABSTRACT
F. Tesi, A. Ceccofiglio, E. Mossello, C. Mussi, G. Bellelli, M. Rafanelli, G. Rivasi, F. Nicosia, M. Bo, D. Riccio, F. Landi, A.M. Martone, A. Langellotto, E. Tonon, G. Noro, P. Abete, A. Ungar

PREVALENZA E PREDITTORI DI IPOTENSIONE ORTOSTATICA NEL PAZIENTE IPERTESO: RISULTATI PRELIMINARI - ABSTRACT
G. Rivasi, L. Martella, G. Turrin, A. Pratesi, A. Giordano, C. Lorenzi, M. Bulgaresi, F. Sgrilli, M. Rafanelli, A. Ungar.

UTILITÀ CLINICA DELLA “SYNCOPE UNIT” MULTIDISCIPLINARE: DIECI ANNI DI ESPERIENZA PRESSO L’OSPE DALE NIGUARDA - ABSTRACT
M. R. Vecchi, T. Locati, S. Meregalli, M. Strozzi, S. Vargiu, F. Heilbron, A. Cereda, D. Zanni, M. Lunati

EFFETTI DELL’ETÀ E DEL TRATTAMENTO FARMACOLOGICO SULLA RICORRENZA DI SINCOPE A PROBABILE GENESI NEURO MEDIATA. - ABSTRACT
A. Dell’Elce, V. Guarnaccia, N.R. Petix, A. Del Rosso.

SINDROME DELLE APNEE OSTRUTTIVE NEL SONNO ED IPERURICEMIA: DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA? - ABSTRACT
O. Tortelli, S. Scarduelli, F. Mascaro, S. Longhi

PATOLOGIA AORTICA E SINDROME DELLE APNEE OSTRUTTIVE NEL SONNO. UN ALTRO TASSELLO NELLA STRATIFICAZIONE PROGNOSTICA DEL RISCHIO - ABSTRACT
C. Scarduelli, O. Tortelli, F. Mascaro, S. Longhi

IL MONITORAGGIO ELETTROCARDIOGRAFICO PROLUNGATO NELLA DIAGNOSI DI SINCOPE INSPIEGATA: QUANDO UTILIZZARE IL LOOP RECORDER ESTERNO - ABSTRACT
A. Ceccofiglio, S.Venzo, I. Marozzi, M. Rafanelli, G. Rivasi , F. Tesi , F. Gori, F.C. Sacco, I. Giannini, E. Mossello , A. Ungar

Venerdi 6/4/2018


08:00 - 09:00
RAPID FIRE - ARITMIE E CARDIOMIOPATIE

Moderatori: C. Marsano, Lavagna - R. Mureddu, Imperia

LA GENESI INFILTRATIVA DI UNO SCOMPENSO CARDIACO A FRAZIONE D’EIEZIONE CONSERVATA” - ABSTRACT
A.C. Baroncini, E. Carrassi, C. Ghiara, A. Herbst, A. Lo Forte, A. Pratesi, M. Di Bari, A. Ungar, F. Orso, S. Baldasseroni ARTERIAL STIFFNESS”,

ARTERIOPATIA PERIFERICA E PERFORMANCE VENTRICOLARE SINISTRA NELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE PERSISTENTE - ABSTRACT
S. Pupo, M. Migliorini, S. Boni, I. Marozzi, A.Scardia, A. Masi, A. Ungar, S. Fumagalli

ICD SOTTOCUTANEO E CRITERI DI ELEGGIBILITA’. REVISIONE A POSTERIORI DI IMPIANTI DI ICD MONO E BICAMERALI ENDOCAVITARI PRESSO SINGOLO CENTRO - ABSTRACT
L. Valeri, A. Coppolino , G. Bricco, G. Amoroso, D. Pancaldo, L. Correndo, M. De Benedictis, A. Magliarditi, S. Dogliani, E. Cavallero, C. Iacovino, A. Battisti, E. Popolizio, F. Piazza, A. Bassignana, B. Doronzo

EPICARDIAL FAT THICKNESS IN PATIENTS WITH AUTOSOMAL DOMINANT POLYCISTIC KIDNEY DISEASE - ABSTRACT
L. Petramala, Concistrè, G. Scoccia, F.a Olmati, S. Sciomer, V. Bisogni, V. Saracino, G. Iannucci, S. Lai, D. Mastroluca, G. Iacobellis, C. Letizia.

VALUTAZIONE DI PARAMETRI PROCEDURALI E RISULTATI IN ACUTO DURANTE ABLAZIONE DI FIBRILLAZIONE ATRIALE UTILIZZANDO CATETERI CON SENSORE DI FORZA TRADIZIONALE E CON NUOVO DESIGN. - ABSTRACT
S. Setti, F. Lercari, M. Brunacci, M. Zoni Berisso

ABLAZIONE A “QUASI RAGGI ZERO” DI EXTRASISTOLIA VENTRICOLARE MONOMORFA A ORIGINE DAL VENTRICOLO DESTRO: ESPERIENZA INIZIALE DI UN SINGOLO CENTRO. - ABSTRACT
F.Pentimalli, L. Bacino, G. Siri, P. Bellone

GESTIONE DELLE EMORRAGIE AI TEMPI DEI NOAC - ABSTRACT
C. Ribeca

SINDROME DI TAKO TSUBO PLURI-RECIDIVANTE IN PAZIENTE CON PONTE INTRAMIOCARDICO DELL’ARTERIA INTERVENTRICOLARE ANTERIORE - ABSTRACT
G. Rivasi, V. Vanni, C. Lorenzi, P. Valoti, A. Ungar

ANGINA VASOSPASTICA MALIGNA
S. Robotti, D. Rollando, A. De Lisi, E. Puggioni

09:20 - 11:00
Sessione plenaria 5
Device impiantabili

Coordinatore: M. Lunati, Milano

• Stato dell’arte: Device impiantabili: una storia lunga 60 anni
M. Lunati, Milano

• Lettura 1: ICD con approccio sottocutaneo.Le indicazioni certe, le indicazioni possibili, le indicazioni improponibili
G.L. Botto, Como

• Lettura 2: L’impianto transcatetere del dispositivo di pacing Applicazione di “nicchia” o primo tempo di un cambio epocale delle tecniche impiantistiche?
M. Moltrasio, Milano

• Caso clinico: Un caso di S-ICD + lead-less pacemaker
M. Baroni, Milano

Discussione interattiva - M. Gasparini, Milano 11:20 - 13:00

Sessione plenaria 6
Fibrillazione atriale e rischio di stroke fra  fi siopatologia, epidemiologia e pratica clinica: è tutto chiaro?

Coordinatore: G. Boriani, Modena

• Stato dell’arte: Rischio di stroke/tromboembolia nei pazienti con fi brillazione atriale: una relazione semplice o complessa?
G. Boriani, Modena

• Lettura 1: Fibrillazione atriale e scores (CHA2DS2VASc, HAS-BLED, HATCH, ATRIA, TIMI-AF, APPLE, etc.): quale significato?
M. Proietti, Roma

• Lettura 2: Fibrillazione atriale “transitoria” dopo chirurgia non cardiaca: quale signifi cato? quali implicazioni decisionali?
V. Malavasi, Modena

• Caso clinico: Controllo ambulatoriale con sorpresa: cosa decidere?
F. Placentino, Modena 

Discussione interattiva - G.L. Botto, Como

14:00 - 15:40
Sessione plenaria 7
Terapia anticoagulante ed antiaggregante

Coordinatore: R. De Caterina, Chieti

• Stato dell’arte: La gestione delle complicanze della terapia anticoagulante ed antiaggregante
R. De Caterina, Chieti

• Lettura 1: Utilizzo dei test di laboratorio
G.L. Devoto, Lavagna

• Lettura 2: Terapia a lungo termine dopo sindrome coronarica
P. Rubartelli, Genova

• Caso clinico: Emorragia cerebrale in pazinete anziano con comorbosità in terapia anticoagulante
G. Rivasi, Firenze

Discussione interattiva - P. Alboni, Ferrara

16:00 - 17:40
Sessione plenaria 8
Dislipidemie e diabete

Coordinatore: E. Mannucci, Firenze

• Stato dell’arte: Risultati clinici dei recenti trial sulle dislipidemie e sul diabete
E. Mannucci, Firenze

• Lettura 1: La genetica nel trattamento delle dislipidemie
L. Pisciotta, Genova

• Lettura 2: I nuovi farmaci antidiabetici
M. Monami, Firenze

• Caso clinico: Paziente cardiopatico, dislipidemico e diabetico con comorbidità
M. Aste, Lavagna

Discussione interattiva - A. Boccanelli, Roma

 


Edizioni Precedenti

Direttore del Corso
Michele Brignole,
MD FESC

S.C. di Terapia Intensivae Centro Aritmologico
Ospedali del Tigullio
Via Don Bobbio, 25
16033 Lavagna (GE)
Fax 0185.306505
mbrignole@asl4.liguria.it

Centro Prevenzione Malattie Cardiopolmonari
“Nuccia e Vittore Corbella”
Via Milite Ignoto, 41/2
16035 Rapallo (GE)
Tel./Fax 0185 67606
info@tigulliocardio.com